05/05/12

Torta senza lievito e farina

Rubo questa ricetta ad un libro di ricette francesi preso durante il mio soggiorno a Parigi, che la riporta sotto il nome di "Gâteau de Savoie" ovvero dolce di Savoia. Ho ripreso e modificato questo dolce dal sapore molto simile a quello di un Savoiardo (ma decisamente più morbido), ed il risultato assolutamente delizioso è quello che vi propongo. La ricetta è senza farina e senza lievito, ma non fatevi intimorire! La torta lieviterà tantissimo, diventando molto alta e soffice. Provare per credere!


Ingredienti:

- 75 g di fecola di patate
- 130 g di zucchero
- 4 uova
- burro e farina (per la tortiera)
- 1 presa di sale
- composta di fichi Mariangela Prunotto



Procedimento:

Dividete i bianchi dai rossi, e montate i bianchi a neve fermissima. I rossi incorporateli con lo zucchero e mescolate (meglio con uno sbattitore elettrico) fino a quando il composto non diventa bianco e spumoso.

Con delicatezza aggiungete ai rossi anche la fecola di patate, setacciata, ed un pizzico di sale per esaltare il gusto. Ad ultimo incorporate anche i bianchi a neve, con movimenti lentissimi dal basso verso l'alto.

Imburrate ed infarinate una tortiera apribile dai bordi alti. Se volete evitare del tutto la farina, coprite la tortiera con altra fecola. Versatevi il composto con enorme delicatezza.

Infornate a 150°C in forno già caldo, rigorosamente non ventilato, per 35 minuti. Una volta sfornata la torta, ricopritela con la composta di fichi Mariangela Prunotto. In alternativa, tagliatela a metà e farcite all'interno sempre con la composta di fichi.


Consigli:

La ricetta è molto facile e molto veloce, richiede pochi ingredienti e garantisce un risultato ottimo. Però, il punto critico esiste ed è la cottura. Controllate la cottura della torta dall'esterno del forno, senza mai aprire lo sportello, e una volta terminate i 35 minuti spegnete il forno sempre senza aprirlo. Attendente che la torta si raffreddi, e solo allora (dopo un'oretta circa), toglietela dal forno e dallo stampo.

Ovviamente solo voi conoscete il vostro forno. Se vedete che la torta scurisce troppo spegnete prima il forno, abbassate la temperatura o spegnete la resistenza superiore. Ma, ripeto, per nulla al mondo aprite lo sportello.

Ho scelto la composta di fichi Mariangela Prunotto perché è morbida e gustosa, si sente che è fatta partendo da frutta di primissima qualità lavorata nel migliore dei modi. Esalta davvero appieno il sapore di questa torta soffice e delicata.




1 commento:

Lasciatemi una traccia del vostro passaggio sotto la ricetta!
Spam, truffe o insulti saranno eliminati, per la tranquillità di tutti. Grazie.

Condividi su:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...