10/07/13

Tegoline o fagiolini in padella

Oggi sono pressochè immobilizzata, con la schiena più bruciacchiata di un filetto di trota alla griglia. Ebbene si, io e la mia carnagione da vampira siamo andate al mare. Ebbene si, invece di stare rigorosamente all'ombra siamo andate, io e la mia carnagione da vampira, a fare una breve passeggiata. Con la protezione massima, ma pur sempre una passeggiata. E la mia carnagione è passata dalla tinta vampiresca al classico color rosso vivo di un'aragosta ben cotta. Sicchè al momento sono che vi scrivo tutta rigida sulla sedia, attenta a non toccare nulla con la povera schiena per non saltare (e non di gioia, s'intende).

Ciò nonostante, anche oggi non vi abbandono e anzi vi propongo questa ricettina. Un'amica di famiglia ci ha regalato qualche giorno fa delle splendide tegoline (o fagiolini che dir si voglia). Ne ho approfittato per cucinarle in un modo diverso dal solito, dato che il classico in Veneto è farle banalmente lesse. Ne è uscito un contorno gustoso ed insolito, che si adatta a tantissimi tipi di secondi. Come sempre, la ricetta è facilissima e velocissima!



Ingredienti:

- mezzo chilo di tegoline o fagiolini
- 100 gr di prosciutto cotto
- una manciata di mandorle spelate
- 1 noce di burro 
- olio di semi di girasole Topazio
- sale


Procedimento:

Mettete a scaldare abbondante acqua salata, e nell'intanto pulite le tegoline. Vanno eliminate le due estremità con un coltellino, visto che sono piuttosto coriacee, assieme al filo eventualmente presente (dipende dalle varietà!).

Bollite le tegoline per 3 minuti, quindi scolatele versandole subito in acqua fredda. Questo eviterà che perdano colore. Fate quindi fondere in padella il burro e saltatevi brevemente il prosciutto tagliato a dadini o a straccetti.

Aggiungete un cucchiaio d'olio di semi, quindi unite le tegoline e lasciate andare per 10-15 minuti. Poco prima del termine della cottura aggiungete anche le mandorle, tagliate come meglio credete (rondelle, granella, spicchi....).

Salate poco, e servite subito.


Consigli:

Questa volta non ho nulla da aggiungere... solo: buon appetito! Chiaramente se avete bisogno di qualche spiegazione, non esitate a scrivermi!!!




Nessun commento:

Posta un commento

Lasciatemi una traccia del vostro passaggio sotto la ricetta!
Spam, truffe o insulti saranno eliminati, per la tranquillità di tutti. Grazie.

Condividi su:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...