24/08/13

La "truffa" dell'Amuchina

Partiamo da un presupposto: non è strettamente necessario disinfettare frutta e verdura, a meno che non si abbia a disposizione altro che acqua malsana. Normalmente, infatti, basta una buona lavata prima di portare i cibi a tavola. Devo ammettere che anche a casa mia, da che ho ricordi, si è fatto così: una bella sciacquata e via!
Ora però vivo con un compagno particolarmente suscettibile quanto a pulizia di frutta e verdura, causa problemi di salute avuti in passato. Mi trovo quindi a disinfettare per bene tutta la frutta e la verdura di casa, anche quella che dopo verrà cotta. Credo inoltre che sia fondamentale pulire con più che sola acqua i cibi se si hanno bambini piccoli a tavola, se gli alimenti sono particolarmente sporchi o se si devono fare delle marmellate/conserve. Per non parlare dei piani di lavoro in cucina...

Qui entra in gioco la pubblicità. Chi non ha mai sentito lo spot, ad esempio, dell'Amuchina? Quel "oh no, è finita l'Amuchina!" mi ha trapanato i timpani ormai... Ed il problema, credo, non è la pubblicità in se ma il prodotto ed il suo prezzo. Ho infatti il terribile difetto di non sopportare chi vende a prezzi astronomici prodotti che non valgono nulla, cercando di far credere alla gente che siano prodotti insostituibili ed incredibilmente innovativi.

Sapete cos'è l'Amuchina? Banalissima candeggina diluita! 

Etichette alla mano, facciamo due calcoli. La candeggina che acquisto io, come tutte quelle normalmente in commercio, contiene acqua ed il 2,5% di ipoclorito di sodio (il principio attivo che disinfetta). E l'Amuchina? Beh l'Amuchina è sempre acqua ed ipoclorito di sodio, solo che questo è all'1,15%. Ma parliamo di prezzi: la candeggina la acquisto a 0,68 €/L, mentre l'Amuchina viaggia a12,50 €/L!!!! Comprando la candeggina e diluendola quanto l'Amuchina a me costerebbe 0,31 €/L, ma comprandola al supermercato la pagherei, come detto, oltre 12 €! E, scusate tanto, ma a me 12 euro non sembrano affatto pochi...

Non vi sembra una truffa? Tutta questa pubblicità che mostra quant'è bello disinfettare tutto con Amuchina, che mostra i mille vari usi di Amuchina, che spiega quanto Amuchina è utile e poi è solo ipoclorito di sodio ancora più diluito che nella banalissima candeggina... Il tutto sfruttando il fatto che la maggior parte delle casalinghe non ha il tempo di star a controllare le varie etichette, o semplicemente si fida degli spot...

Morale della faccenda, se dovete disinfettare frutta e verdura usate un cucchiaino di candeggina ogni litro d'acqua e sciacquate bene. Per le superfici versate un goccio di candeggina su una spugnetta umida, magari con un poco di detersivo. Per pulire i pavimenti, infine, sappiate che basta di nuovo aggiungere della candeggina all'acqua e lasciar asciugare tranquillamente. Le vostre tasche ringrazieranno, e la vostra igiene in casa sarà perfetta.

P.S.
 
Mi preme segnalarvi che, secondo quanto riportato dall'azienda, l'Amuchina è più precisamente composta da ipoclorito di sodio (la candeggina appunto) stabilizzato e privo di impurezze. Il che fa tanto scena, non c'è dubbio, ma per quanto mi riguarda si traduce in una colossale arrampicata sugli specchi per giustificare i prezzi visti sopra (12,50€ contro 0,31€ al litro). 
Vista la dose che viene usata per frutta e verdura, ed il fatto che si risciacqua ogni cibo, nè la mancata stabilizzazione della candeggina nè le eventuali impurezze (qualche sale presente oltre all'ipoclorito di sodio, niente di incredibile o di pericoloso come vorrebbero farvi credere) sono un problema. Se poi parliamo della pulizia di bagno, cucina o pavimenti, a maggior ragione!

Sia chiaro, l'azienda ha tutto il diritto di pubblicizzare il suo prodotto, e devo ammettere che la strategia di marketing è molto ben riuscita, resta poi al consumatore capire quale prodotto è meglio acquistare... ed io non ho dubbi!

44 commenti:

  1. Che truffa, per fortuna che non la compro mai, però grazie della segnalazione....

    RispondiElimina
  2. Di questi tempi ci propinano di tutto!!! è assurdo, io cmq per lavare bene frutta e verdura capita che insieme all'acqua aggiungo un pò di bicarbonato!!! per la pulizia della cucina o dei piatti male odoranti che sò di pesce uso anche io un pò di candeggina. e anche per i pavimenti oltre che disinfettare evita che con l'umidità si creino cattivi odori!!!
    Buon w.e. e grazie per la dritta!!
    Annalisa
    ♥ ♥ ♥ ♥ ♥
    http://provarepercomprare.blogspot.it/
    http://dolcicreazionidiannalisa.blogspot.it/

    RispondiElimina
  3. A me dà fastidio l'odore e quindi la uso poco. Grazie comunque della tua segnalazione, un motivo in più per non comprarla. Un abbraccio.

    Ti seguo su bloglovin

    RispondiElimina
  4. Bravissima ! Ottima osservazione!

    RispondiElimina
  5. anch' io se proprio serve preferisco il bicarbonato, l' odore non si puo sentire

    RispondiElimina
  6. Di solito io cerco di sciacquar bene con la sola acqua e, nel dubbio, un pochino di bicarbonato. Questa dell'Amuchina proprio la ignoravo! Che bella fregatura!! Grazie per l'indicazione.

    RispondiElimina
  7. Ho linkato sul mio blog questo tuo post in merito alla pubblicità ingannevole, ritenendo un utile modo per divulgarlo, spero non ti dispiaccia. Ecco il link
    http://pensierinpentola.blogspot.it/2013/08/la-voce-dei-blogger.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No anzi, ti ringrazio per il link! Seguo sempre molto volentieri il tuo blog, hai delle ottime idee!!!

      Elimina
    2. Informatevi bene, NON è semplicevarichina, c'è un procedimento ben più sofisticato per "creare" l'Amuchina!

      Elimina
    3. Come riportato nell'articolo.

      Elimina
  8. Non mi potresti trovare più d'accordo. Io sono incinta e quindi la parola Amuchina mi è stata parecchio portata all'attenzione come qualcosa di cui, nella mia condizione, non potevo più fare a meno se volevo mangiare frutta e verdura crude. Pena cose terribili in vista per me e la mia bambina.
    Ma scherziamo?? Io all'inizio la presi, preda delle ansie da primi mesi dove non sai mai cosa puoi fare, cosa no, come e quando. Poi mi sono detta che il mio buonsenso era più efficace di qualsiasi Amuchina del mondo, e che un po' di normalissimo bicarbonato sarebbe stato sufficiente per lavare la mia verdura. Senza contare il fatto che, a mio avviso, per un feto in sviluppo, è molto peggio l'Amuchina di un sacco di cose che ti proibiscono di mangiare in gravidanza.
    Mi unisco ai tuoi lettori!
    A presto
    Letizia
    http://ilrisottoperfetto.blogspot.it/

    RispondiElimina
  9. Quella della Amuchina non è una truffa è un semplice spot televisivo come tanti altri prodotti commerciali inutili o futili !
    Pensate alle cose serie ci sono truffe è rapine legalizzate in Italia molto ben peggiori !
    Volete alcuni esempi di truffe Italiane ?
    In Italia da sempre è quasi impossibile trovare un semplice posto lavoro e abbiamo milioni di italiani disoccupati !
    Dal 1980 il regime dittatoriale catto-fascista-mafioso italiano prende per il culo gli italiani disoccupati inventandosi iche ci sono migliaia di posti di lavoro INESISTENTI !
    Questa è una TRUFFA SERIA E REALE !
    Il regime DITTATORIALE italiano dal 1980 favorisce ed incentiva la inutile immigrazione straniera SELVAGGIA e poi si inventandosi che gli italiani non vogliono lavorare !
    Anche questa è una truffa reale ed molto molto seria perché danneggia sia il popolo italiano sia quei poveri disgraziati di immigrati stranieri che poi lo prendono nel culo perché se vengono in Italia scoprono che non c" è nessun lavoro disponibile !
    Questa truffa continua dal 1980 siamo nel 2014 sono passati 34 anni è ancora oggi il regime italiano favorisce ed incentiva una insensata è assurda immigrazione straniera selvaggia che PROVOCA solo DANNI !
    15 milioni di italiani sono disoccupati nel 2014 e NON percepiscono NESSUN SUSSIDIO DI DISOCCUPAZIONE !
    Il regime dittatoriale italiano diffonde da 30 anni dati FALSI SUL REALE TASSO DEI DISOCCUPATI ITALIANI e SI INVENTA ANCHE DI DARE DEGLI INESISTENTI SUSSIDI DI DISOCCUPAZIONE !
    Anche questa è una TRUFFA REALE è SERIA !
    Il regime italiano paga -censura è controlla tutti i MASS MEDIA ITALIANI compresa la rete Internet perciò tutte le notizie che vengono diffuse in Italia SONO FALSE O SONO MENZOGNE !
    Anche questa è una truffa molto più seria di un stupido SPOT commerciale !
    In Italia i lavoratori dipendenti privati non hanno più diritti né sono tutelati dalla legge italiana !
    Dal 1984 un datore di lavoro italiano se decide di licenziare anche senza alcun motivo un suo dipendente lo può fare tranquillamente senza avere conseguenze !
    Il lavoratore italiano ingiustamente licenziato SE FA UNA CAUSA AL SUO EX DATORE DI LAVORO SAPETE COME VA A FINIRE LA CAUSA DI LAVORO ?
    SU 1000 lavoratori italiani ingiustamente licenziati che PERDONO TEMPO A FARE UNA COSTOSA CAUSA DI LAVORO 999 NON RICEVONO NULLA NEMMENO 1 CENT !
    Solo 1 lavoratore viene risarcito e ottiene giustizia !
    Su 100 mila lavoratori italiani licenziati ingiustamente che decidono di andare in tribunale solo 100 hanno la fortuna e la botta di culo di ottenere giustizia !
    Ho fatto ben 2 cause di lavoro perché ero stato licenziato in tronco senza alcun motivo .
    Le due cause di lavoro le ho fatte perché tecnicamente erano già vinte in partenza per questo ho deciso di far valere i miei DIRITTI !
    Lo preso nel culo in entrambi i casi è non ho avuto giustizia !
    Ho solo buttato via soldi è preso delle belle arrabbiature !
    Se però accendete la Tv o leggete un giornale spesso troverete la notizia falsa e su rimborsi stratosferici che qualche lavoratore italiano percepisce per aver subito un ingiusto licenziamento !
    Queste sono truffe vere che andrebbero FERMATE !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spiace dirti che sei nel luogo sbagliato per parlare di queste cose. Qui, la politica non deve entrare. Qui, si parla di cucina e consigli per la casa in generale. Non ho voglia di contestare i tuoi dati o rispondere alle tue affermazioni, non ho voglia di entrare nel merito delle tue questioni personali nè di parlare dei diritti dei lavoratori. Pubblico il tuo commento per cortesia, non perchè lo approvo.
      Questo è un piccolo angolo dedicato a chi per piacere o per dovere si trova a curare una casa. Qui le piccole truffe di cui parliamo sono prodotti dal valore inesistente venduti a peso d'oro. Per il resto, sei gentilmente pregato di sfogarti altrove. Grazie.

      Elimina
    2. Ma non hai altre vetrine in cui sfogarti? Quanto c'e' di tuo nelle tue disgrazie?

      Elimina
  10. ma sapete che esistono gli anticorpi?

    che la saliva è piena di anticorpi?

    che i succhi gastrici disinfettano tutto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo bastino gli esempi dell'anisakis, della listeria, della salmonella e dell'esterichia coli per farti capire, caro anonimo, che bisogna stare attenti a ciò che si mangia ed a come è stato trattato.
      La saliva contiene anticorpi ed i succhi gastrici sono molto acidi, ma tutto questo non basta, mi spiace.

      Elimina
  11. Credo che non sia proprio la stessa cosa, ingerire del cloruro di sodio, di natura caustica, o un clorossidante in soluzione ipertonica di cloruro di sodio (cloruro si sodio stabilizzato, non causitco a PH molto inferiore a 12).
    Io non continuerei ad usarlo per gli alimenti, sebbene diluito, la diluizione non stabilizza, riduce l'effetto dannoso del prodotto per una concentrazione inferiore, che non è neppure detto riesca più a disinfettare l'alimento che si vuole mangiare.
    Ma è una mia opinione (vedi link per maggiori dettagli sul processo di stabilizzazione http://www.amuchina.it/pagine/cloro_disinfezione.asp)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, sì, il cloruro di sodio è VERAMENTE caustico. Cavolo, non ci avevo mai pensato che per cuocere la pasta usiamo una soluzione caustica di cloruro di sodio in acqua. E chi lo usa più il sale nell'acqua della pasta? :-P

      Elimina
    2. Informati prima di predicare fesserie

      Elimina
  12. Mi dispiace ma non sono d'accordo,la candeggina ha un pH di 12 che irriterebbe la pelle,invece l'Amuchina è praticamente neutra,ma perchè allora si parla senza sapere?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' assolutamente errato comparare la candeggina che trovi in commercio con l'Amuchina, poichè la prima ha concentrazioni almeno doppie di principio attivo (ipoclorito di sodio) e dunque già per questo un pH diverso...
      Per usare entrambi i prodotti devi diluirli in acqua, e se ti prendessi la briga di preparare un litro di soluzione "pronta all'uso" con entrambi i prodotti vedresti che non creano il minimo danno alle mani...
      P.S. avere opinioni diverse ci sta, darmi di quella che parla senza sapere meno....soprattutto in forma anonima!

      Elimina
    2. Anonimo, se avessi studiato un po' di chimica base-base, quella del liceo, per intenderci, sapresti che il pH di una soluzione varia al variare della concentrazione della soluzione. OVVIO che la candeggina, che è una soluzione di ipoclorito di sodio in acqua distillata al 2,5% (ossia: 2,5 g di ipoclorito in 100 g di soluzione, quindi insieme a 87,5 g di acqua distillata), avrà un pH diverso dall'Amuchina, che è all'1,15% (ossia 1,15 g di ipoclorito in 100 g di soluzione, quindi insieme a 98,85 g di acqua distillata). Un pH decisamente più basso di 12, quindi meno caustico. Vai a studiare un pochino, prima di accusare gli altri di "parlare senza sapere".

      Elimina
    3. Ecco un altro alchimista dell'ultima ora!

      Elimina
    4. Non è alchimia e chimica. Consiglio di leggervi il Metodo Ruffini su gli usi svariati del l'ipoclorito di sodio. Anche su Facebook

      Elimina
    5. Il metodo Ruffini io l'ho provato, e consiglio di starci ben alla larga. Come da tanta (non da tutta, ma da tanta) medicina "alternativa". A riguardo, lascio parlare chi è più esperto di me: http://medbunker.blogspot.it/2009/10/gli-alternativi-alternativi-i-parte.html

      Elimina
  13. riporto di seguito una risposta ad una conversazione simile vi prego di valutarla e se necessario modificare l'articolo.
    "L'amuchina viene espressamente prodotta in modo strettamente controllato e standard per via elettrolitica da una soluzione di NaCl e acqua depurata.
    La candeggina, invece è un volgarissimo sottoprodotto a basso costo dell'industria chimica pesante (vedi processi cloro soda), ricco di impurità che la rendono instabile nel tempo e piena zeppa di soda caustica, che la rende fortemente corrosiva nei confronti della pelle e figuriamoci le mucose... (il pH della candeggina è abbondantemente superiore a 11.... l'amuchina difficilmente supera pH 10)
    In più proprio il pH superiore, oltre a renderla corrosiva, diminuisce l'attività battericida della candeggina, dato che la percentuale di HClO dissociato diminuisce all'aumentare del pH.
    Ciliegina sulla torta finale, gli "pseudo-svegli" che usano la candeggina sulla propria pelle, magari ignorano l'aspetto tossicità, dovuto alla presenza di mercurio nel sottoprodotto "candeggina"...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alberto, grazie per il tuo contributo. Parto dall'ultima cosa, l'uso sulla pelle. Per disinfettare ferite o abrasioni, assolutamente da usare a mio parere l'acqua ossigenata, mai la candeggina.
      Per il resto, il discorso del pH a mio parere va a morire quando consideri in che concentrazione finale viene usata. Il minore pH dell'amuchina, tra l'altro, è immaginabile se, come ho riportato, consideriamo che è una soluzione meno concentrata di ipoclorito di sodio. Per le concentrazioni, parliamo di un cucchiaino per litro d'acqua per gli alimenti, e per mia diretta esperienza a queste concentrazioni non risulta minimamente pericolosa per le mani (mi trovo spesso a contatto con sostanze corrosive o classificate xi irritanti, ed ho per tanto idea precisa del grado di aggressione).
      Una volta accuratamente sciacquato l'alimento non restano tracce dell'ipoclorito di sodio, men che meno delle varie impurità, a mio avviso.

      Elimina
  14. Il Dott. Ruffini utilizza un metodo che cura molte malattie dermatologiche con l'ipoclorito di sodio in soluzioni dal 6 al 12% http://www.metodoruffini.it/Home%20page%20Italiano.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pubblico ogni commento, purchè non offensivo, ma pubblicare questo mi è costato parecchio. Preferisco lasciare il commento del metodo Ruffini ad un medico di professione, molto conosciuto e stimato in rete. Potete leggerlo qui: http://medbunker.blogspot.it/2009/10/gli-alternativi-alternativi-i-parte.html
      La medicina alternativa esiste, è a volte efficace, ma sotto il termine "medico alternativo" si nascondono spesso imbroglioni e ciarlatani.

      Elimina
  15. apprezzo il tuo zelo e la cura che metti in tutto ciò che fai!!! queste sono notizie preziose e ho preso appunti. Grazie mia cara!!!

    RispondiElimina
  16. Non sono d'accordo sul fatto che l'ipoclorito di sodio nella candeggina e nell'Amuchina sia della stessa "qualita'" e che la sola differenza sia nella diluzione. Un articolo interessante (in inglese) si puo' trovare al link di seguito per due prodotti simili in uso negli Stati Uniti: http://www.tucsonheartscenter.com/BleachIsBleach.html
    L'articolo mette a confronto candeggina per uso domestico (per panni, pavimenti, etc.) e candeggina per uso alimentare (identificata nell'articolo come la candeggina per disinfettare l'acqua delle piscine, quella che noi chiamiamo cloro), entrambi ipoclorito di sodio. L'analisi dei due prodotti nota come la candeggina per uso domestico contenga contaminanti cancerogeni come benzene, metalli pesanti, lubrificanti, etc. derivanti del processo di sintesi, meno attento e meno raffinato di quello per la candeggina ad uso alimentare. Io lavoro con prodotti chimici e noto inequivocabilmente come il loro prezzo cresce esponenzialmente con la loro purezza, perche' eliminare le tracce di contaminanti e' difficile e, quindi, costa. La sfortunata differenza del caso e' che negli Stati Uniti la candeggina professionale costa 1 dollaro al litro, fatto che porta l'autrice dell'articolo, attenta all'uso di prodotti cancerogeni, all'opposta conclusione rispetto a quella di questo blog: d'ora in poi solo candeggina ad uso alimentare anche per i panni! Beata lei!

    RispondiElimina
  17. Come ti ha già scritto Anonimo 1 il problema è nella differenza tra candeggina alimentare e non. Un qualsiasi prodotto che viene a contatto con il cibo o comunque che potrebbe essere ingerito deve essere prodotto rispettando quelle le norme HACCP. Creare un impianto a norma HACCP e mantenerlo ha dei costi che ovviamente vengono ammortizzati con l'aumento del costo del prodotto. Quindi la candeggina "normale" ve benissimo per disinfettare bagno, cucina e pavimento, ma bisognerebbe evitare di utilizzarla per piatti o alimenti, in quest'ultimo caso è preferibile l'amuchina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La normatica HACCP è molto più complessa, e riguarda tutte le norme di igiene da tener presenti nel maneggiare e preparare gli alimenti (e non solo). La normativa disciplina in modo scrupoloso ogni aspetto, dal quando tagliare la verdura alla temperatura di conservazione del gelato tanto per fare qualche esempio.
      Ora, non esiste casalinga che nella sua cucina rispetti la normativa. E trovo abbastanza assurdo intestardirsi sulla normativa HACCP per la candeggina quando non vi diamo alcuna importanza per il resto con cui gli alimenti entrano in contatto.
      Prendiamo ad esempio la contaminazione da metalli pesanti. La candeggina va usata in dosi minime per la pulizia di frutta e verdura, e va accuratamente risciacquata. Le eventuali contaminazioni non restano sugli alimenti. D'altro canto, va detto che persino l'acqua potabile presenta metalli pesanti al suo interno (per non parlare di tutte le contaminazioni con cui entriamo in contatto ogni giorno, anche solo passeggiando in città!), parlare quindi di "assenza di rischio" è secondo me inutile.
      Nel mio articolo riporto come Amuchina definisca il suo prodotto più puro rispetto alla tradizionale candeggina, e certamente avrà speso cifre considerevoli per ottenere le certificazioni (problematiche spesso più burocratiche che altro), ma sottolineo che la "maggior sicurezza" che l'azienda pubblicizza è per quanto mi riguarda puramente illusoria.
      Senza contare che, per riprendere l'inizio dell'articolo, non dovremmo sentirci obbligati ad igenizzare i nostri alimenti. Una bella risciacquata, al limite con del bicarbonato, è più che sufficiente dove non ci siano problematiche più gravi.

      Elimina
  18. La soluzione ancora migliore, che usare la candeggina, può essere: acquistare l'ipoclorito di sodio diluito in acqua in una concentrazione volte maggiore (secondo Wikipedia può arrivare fino a 25%) che nella stessa candeggina o Amuchina - il costo finale è ancora minore credo, si ha il principio attivo senza gli additivi inutili, e forse senza l'odore non piacevole della candeggina?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottima osservazione, ma temo che non si trovi facilmente in commercio. Io ho modo di accedere a materie prime chimiche di livello industriale con facilità, ma per altri non è certamente così semplice. Non ho mai visto in supermercati o negozi specializzati ipoclorito di sodio a tali percentuali, ma ci presterò sicuramente attenzione! Nel caso, riporterò qui marca e disponibilità

      Elimina
    2. Infatti, è abbastanza difficile trovare l'ipoclorito di sodio in supermercati, ma lo trovato abbastanza facilmente su alcuni negozi online. Il prezzo più vantaggioso, ho calcolato, arriva a 0,09€ al litro nella stessa concentrazione della Amuchina (1,15%), ma ho anche sentito che se si trova una ditta chimica nella zona di abitazione, si può acquistarlo con ancora meno soldi - costa veramente poco produrlo.

      Personalmente mi interesso di questa molecola anche per un altro motivo, oltre che per l'igiene domestica. Sembra che l'ipoclorito di sodio in concentrazioni tra il 6% e il 12% (concentrazioni relativamente basse) cura molto efficacemente certe malattie e disturbi di pelle e mucose (es: dermatiti, micosi di pelle e unghie, candida, papilloma virus, herpes labiale, fuoco di Sant’Antonio, piede diabetico infetto ecc.). Credo che potrebbe interessarti - fai una ricerca su Google: "metodo Ruffini - ipoclorito di sodio".

      Grazie per l'articolo e un saluto.

      Elimina
    3. Si, il costo per le aziende produttrici è irrisorio, ma spesso le case chimiche non vendono a privati cittadini... Grazie per la dritta dell'online, a chi legge questo post (e noto che gli interessati sono davvero tanti) farà comodo!
      Quanto al metodo Ruffini, ero affetta da una brutta dermatite alle mani, parecchio invalidante. A suo tempo, consigliata dal mio compagno chimico, provai proprio questo metodo. Risultati disastrosi, peggiorai di colpo. Fortunatamente, per dovere di cronaca, ho poi risolto con degli estratti vegetali.

      Elimina
    4. Come è stato applicato, forse non è stato applicato in modo adeguato? O in concentrazioni alte?

      Non ho sentito di esperienze negativi con il metodo Ruffini, per cui mi sono preoccupato quando ho letto l'ultimo commento.

      Elimina
    5. Non ricordo i dettagli con cui l'avevo applicato, ma era tutto corretto... purtroppo almeno per il mio problema non è stato d'aiuto. Mi spiace averti fatto preoccupare per nulla, come dicevo ho risolto in altro modo!

      Elimina
  19. Partendo dalla comune candeggina. Quali sono le dosi di acqua e quelle di candeggina al 2,5 per ottenere lo stessa concentrazione dell'amuchina? In un litro di prodotto intendo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 1.15% sono 46% dai 2.5%. Quindi 46ml di candeggina al 2.5% per 100ml di acqua. Oppure 460ml per 1 litro d'acqua.

      Elimina
  20. Vi consiglio di leggere i file de Metodo Ruffini , anche su Facebook, a proposito di ipoclorito. ..Scoprirete tante cose ipoclorito teresa ti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il metodo Ruffini io l'ho provato, e consiglio di starci ben alla larga. Come da tanta (non da tutta, ma da tanta) medicina "alternativa". A riguardo, lascio parlare chi è più esperto di me: http://medbunker.blogspot.it/2009/10/gli-alternativi-alternativi-i-parte.html

      Elimina

Lasciatemi una traccia del vostro passaggio sotto la ricetta!
Spam, truffe o insulti saranno eliminati, per la tranquillità di tutti. Grazie.

Condividi su:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...