17/11/13

Canoce o canocchie al forno

Ieri (ovvero sabato) sono andata con la mia dolce metà al mercato del pesce di Mestre. Ci aveva consigliato un suo amico, soprattutto per i prezzi particolarmente convenienti. Confesso che eravamo passati già sabato scorso a buttare un occhio...ma il frigo era già fin troppo pieno, e ce ne eravamo venuti via a mani vuote! Questa volta però, complice l'ora tarda a cui siamo arrivati (era mezzogiorno e mezzo) siamo riusciti con una spesa ridicola ad assicurarci almeno due giorni a base di pesce che neanche spendendo una fortuna al ristorante... 
Per 2 miseri euro, buoni giusto per un paio di caffè al bar, abbiamo portato a casa un'intera cassetta di canoce (dette anche cicale di mare o, in italiano, canocchie) e per altri pochi spiccioli una splendida gallinella e qualche piccolo pagello.

Della gallinella e dei pagelli parlerò in seguito, mentre questa ricetta la vorrei dedicare interamente alle canoce (io continuo ad usare il termine dialettale, mi scuserete ma ci son cose che in italiano proprio non rendono!). La loro preparazione è spesso lunga, mentre io voglio proporvi una ricettina di una facilità estrema per permettervi di servire un vero piatto da ristorante in meno di mezz'ora. Impossibile? Fidatevi!


Ingredienti per 4 persone:

- 32 grosse canoce
- due spicchi d'aglio
- mezzo bicchiere di vino bianco (io Prosecco)
- 4 cucchiai d'olio d'oliva
- una decina di foglie di basilico (o 2 cucchiai di quello già surgelato da supermercato)
- sale


Procedimento:

Lavate le canoce in abbondante acqua corrente, accorciando le zampine con una forbice. Togliete o lasciate la testa a piacere (io ho preferito toglierla). Incidete il guscio delle canoce sulla pancia, perchè possano assorbire il condimento in cottura.

Disponete ben allineate in una teglia da forno le canoce, ed irroratele con l'olio. Unite anche il vino, perchè si formi una base di cottura abbastanza liquida da non far seccare il tutto. Tritate l'aglio e spargetelo, assieme al basilico, in modo uniforme. Salate moderatamente.

Scaldate la teglia direttamente sulla fiamma viva, per 5-6 minuti, affinchè le canoce si scaldino all'interno. La foto che vedete qui sotto si riferisce proprio a questo passaggio. Trascorso questo tempo passatele in forno a 200°C, per 10 minuti. 

Servite subito, con abbondante fondo di cottura.


Consigli:

So cosa vi state chiedendo. No, non ho fatto in questo modo tutta la cassetta di canoce acquistata. Quelle che non vedete in foto, sono state sbollentate in acqua, sgusciate e quindi messe in freezer per essere utilizzate come base per un buon sugo. Sarò più precisa: ho riempito d'acqua la pentola più grande che avevo, con poco meno sale di quello che avrei usato per cuocervi la pasta. Raggiunto un forte bollore vi ho gettato un piatto di canoce (non di più, o avrei sbagliato tutti i tempi) ed ho atteso sempre a fiamma viva che tornasse il bollore. A questo punto ho scolato le canoce senza buttare via l'acqua, ed ho ricominciato da capo. Intiepidite le canoce, le ho sgusciate una ad una. Il lavoro è stato piuttosto lungo, ma ora conservo nel freezer un ingrediente delizioso da usare per la prossima cena speciale... magari a Nalate!

Se volete usare le canoce al forno come antipasto, banalmente dimezzate (o più) le quantità.

6 commenti:

  1. Ahhh buone, io ringraziare te per ricetta, tu essere brava cheffa :P
    andreadz

    RispondiElimina
  2. brava dovremmo pubblicizzarw questi acquisti. Io non le ho mai comprate le cannochie, la gallinella di e mi piace pure molto
    Provvederò intanto copio la tua ricetta
    Grazie
    Buona serata
    Patrizia di Cucina con Dede

    RispondiElimina
  3. LE ADOROOOOOO!!!!!!
    noi le chiamiamo CICALE e le facciamo bollite. Io ho anche cucinato un ottimo condimento per la pasta con questo meraviglioso crostaceo e ti assicuro che è divino. bravissima!!!!

    RispondiElimina
  4. Ciao cara,so che per chi piace il pesce lo adora,io purtroppo è l'unica cosa che non mangio,togliendo le mie allergie,ma ti faccio lo stesso i complimenti per questa ricetta,perchè devono essere molto buone!!
    Un abbraccio cara e buona notte!!
    Sabry!!

    RispondiElimina
  5. Solitamente io ho paura nel comprare il pesce e cuocerlo (non domandarmi il perchè, non credo di saperlo neppure io!) ma questa ricettina (anche il prezzo aiuta) ho proprio voglia di provarla!! Ed evviva le segnalazioni dei prezzi più convenienti!!:)

    RispondiElimina
  6. Devono essere buonissime, ci credi che io non le ho mai mangiate? Devo proprio rimediare!

    RispondiElimina

Lasciatemi una traccia del vostro passaggio sotto la ricetta!
Spam, truffe o insulti saranno eliminati, per la tranquillità di tutti. Grazie.

Condividi su:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...