20/01/12

Scorfano con patate

Rubo direttamente da un ottimo libro di cucina tedesca questa particolare ricetta. Una delle pochissime, a mio modo di vedere, che esalti appieno il gusto dello scorfano. Questo pesce, sarà per il suo aspetto "particolare", sarà perchè noi italiani troppo spesso non sappiamo mangiare, è troppo spesso snobbato a favore del solito nasello che ormai ha stufato tutti.


Ingredienti:

- 500 g di filetto di scorfano
- 2 cucchiai di succo di limone
- 1/2 cipolla
- 600 g di patate
- 6 cucchiai di olio
- sale
- pepe
- 2 cucchiai di burro o margarina
- 2 cucchiai di farina
- 250 ml di brodo
- 125 ml di latte
- 3 cucchiai di senape


Procedimento:

Se al posto dei filetti avete preso del pesce intero, pulitelo e sfilettatelo. Tagliatelo a pezzi quindi mettetelo in un recipiente ben cosparso di succo di limone e prosegiute con il resto della preparazione.

Pulite la cipolla e sminuzzatela. Sbucciate le patate e tagliatele a fette sottili. Mi raccomando, non lavate mai le patate dopo averle affettate: perderebbero buona parte dell'amido, che non mi sembra proprio sia il caso di perdere.

Scaldate un'ampia padella, ungetela con 4 cucchiai di olio e versatevi le patate. Salate e pepate, quindi cuocete a fuoco medio per 15 minuti circa rigirando più volte. Aggiungete, dopo 10 minuti di cottura, il trito grossolano di cipolla.

Il resto dell'olio versatelo su un'altra padella, sempre calda, in cui adagerete il pesce con un poco del liquido che si sarà formato. Una volta dorato, salato e pepato, unitelo alle patate.

A parte mescolate la farina con poco latte, fino ad ottenere una pasta piuttosto compatta. Mettete sul fuoco la pentolina che la contiene e scaldate bene, fino a quando sta per prendere colore. A questo punto aggiungete gradualmente il latte ed il brodo (meglio se di verdure, anche fatto con il dado). Mescolatevi la senape e lasciate sobollire per 5 minuti, quindi salate.

Come ultima cosa, unite pesce, patate e salsa. Scaldate giusto un attimo perchè tutto sia alla temperatura ideale, quindi servite.


Consigli:

So quello che pensate, quanto ci sto a fare tutto questo? Ve lo dico io, in mezz'ora preparate pure la tavola. E quante padelle consumate? Beh, 2: il pentolino per la salsa ed una padella larga. Le patate, infatti, le ho messe a riposare sul piatto da portata invece di usare un'altra padella per il pesce...

Per servire, evitate il prezzemolo. Ci sta molto meglio dell'aneto.

Nessun commento:

Posta un commento

Lasciatemi una traccia del vostro passaggio sotto la ricetta!
Spam, truffe o insulti saranno eliminati, per la tranquillità di tutti. Grazie.

Condividi su:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...