03/11/11

Minestra di cicerchie

Su domanda di Rosangela Usai, ho cercato qualche informazione utile per cucinare bene le cicerchie da amici e parenti. Personalmente non mi piacciono, ma ho comunque modo di proporre qualche consiglio più che sicuro a chi volesse sperimentarle grazie appunto a qualche conoscente.

Prima però, spendiamo qualche parola sulla povera cicerchia. E' un legume poco usato, e poco coltivato, grande un po' più di un pisello ma dalla forma schiacciata. Il sapore ha un retrogusto dolce, e qualche somiglianza con i ceci. Si trovano solo ed esclusivamente secche, dunque non provateci neppure a recuperarle fresche.

Tra le varie ricettine, un'amica mi ha passato la sua minestra di cicerchie, che riporto per Rosangela e per chi vorrà provarla. Non me ne vogliate, ma non è per nulla veloce.


Ingredienti:

- 200 gr di cicerchie
- 130 gr di passata di pomodoro
- 1/2 spicchio di aglio
- prezzemolo
- olio d'oliva
- sale
- pepe


Procedimento:

Le cicerchie devono stare in ammollo 48 ore, e l'acqua va cambiata ogni 6. E' una parte fondamentale, e dovete anche evitare di usare poi quell'acqua per cucinare.

Quando saranno pronte mettete in una casseruola con dell'olio ed un trito di aglio e prezzemolo. A fuoco medio lasciate insaporire un poco, poi aggiungete il pomodoro e permettete al tutto di scaldarsi.

A parte lessate le cicerchie, ed aggiungetele al sugo con la dose necessaria di sale e pepe. Allungate con acqua calda lentamente, fino a raggiungere la densità voluta. Cuocete comunque il tutto per almeno un 20 minuti. Regolate nuovamente di sale.

Servite ben caldo.

Nessun commento:

Posta un commento

Lasciatemi una traccia del vostro passaggio sotto la ricetta!
Spam, truffe o insulti saranno eliminati, per la tranquillità di tutti. Grazie.

Condividi su:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...